Abbigliamento

Consigli pratici su cosa indossare

É importante trovare il giusto equilibrio, non troppo coperto, non troppo scoperto.
Il modo migliore è quello di adottare l’abbigliamento a strati, generalmente definito “a cipolla”, in modo da poter affrontare le diverse situazioni climatiche e ambientali.

Per il cibo consigliamo cibo leggero, ma energetico, quindi è meglio non mangiare formaggio e carne salata. È buona norma fare una ricca colazione prima dell’escursione e tenere nello zaino cibo energetico come frutta secca e cereali, acqua e tavolette alla frutta. In estate è consigliabile arricchire l’acqua con integratori salini e poi la sera si può mangiare quanto si vuole. Particolare attenzione deve essere prestata alle scarpe: devono essere da trekking impermeabili o stivaletti alti con suola Vibram. Dovremmo anche usare calze con rinforzi sui talloni e in punta, in modo da assorbire e scacciare il sudore, offrendo la massima comodità ai piedi.
I pantaloni, se non sono tecnici, devono essere di cotone e non molto stretti per consentire facili movimenti. Non è consigliabile indossare pantaloni corti, che non proteggono a sufficienza le gambe dalle punture, dai graffi e dalle erbe appuntite.
T-shirt in tessuto traspirante, indossata sotto una camicia chiara a maniche lunghe, che può essere arrotolata. Il pile deve essere leggero e caldo per coprirsi durante le soste in modo da non avere freddo. Al di sopra, un giubbotto impermeabile e antivento in Gore-Tex o simile. È buona norma avere kway impermeabile, un cappello di cotone in estate e un cappello di lana in inverno nel vostro zaino. I guanti sono un altro indumento da utilizzare in inverno. Una coppia di ghette impermeabili è utile per proteggerci da acqua, fango e neve. Per ridurre la stanchezza, usare i bastoncini telescopici, nei percorsi lunghi e ripidi, ci aiuterà ad alleggerire il peso sulle gambe e a scaricarlo sulle braccia, che lavorano meno, aiutando anche la respirazione.
Lo zaino per le escursioni di un giorno dovrebbe essere scelto con una capacità di non più di 30-35 litri. È importante che abbia bretelle e una cintura ventrale per aiutare lo scarico del peso sui fianchi. Organizziamolo con le cose più pesanti e quelle che possono essere immediatamente utili.

Una borraccia da un litro per bere di tanto in tanto. Se ci sono bambini si consiglia di farli bere più spesso. Occhiali da sole in luoghi innevati o con alta insolazione, crema solare ad alta protezione, e burro di cacao da utilizzare prima o durante le escursioni. Un coltello multifunzione, fazzoletti di carta (da non lasciare a terra). Nello zaino mettere anche una t-shirt di ricambio e in auto un cambio completo di vestiti per il ritorno.

L'ESSENZIALE

  • Scarpe da trekking ( 100% )
  • Borraccia ( 100% )
  • Zaino da escursionismo ( 90% )
  • Bastoni da trekking ( 70% )

EQUIPAGGIAMENTO

RITORNO DA SOLOPACA
|
CIASPOLE
|
ABBIGLIAMENTO INVERNALE
|